top of page

Formazione, trasformazione, strategia

Aggiornamento: 10 ott 2021

“Ora non è tempo per pensare a ciò che non hai. Pensa a quello che puoi fare con quello che c'è”

Il vecchio e il mare

Ernest Hemingway.


Ottobre 2021. Le urne sono appena state chiuse. Le elezioni amministrative sono concluse.


Un tema totalmente assente dal dibattito è stato quello del problema dei problemi: il declino demografico, con le sue conseguenze economiche e sociali.


Nella Valle del Mercure Lao, a Castelluccio Inferiore, è stata fatta una proposta, è stato formulato un intento strategico, con cinque obiettivi. Il contrasto al declino demografico è l'obiettivo numero uno.


Papasidero e Castelluccio Superiore sono borghi da sogno, ma minuscoli e a rischio di totale svuotamento. Viggianello è nella lista dei borghi piu' belli d'Italia, ma soffre dello stesso problema. E così Mormanno, Rotonda, Laino Borgo, e Laino Castello. Conoscete un borgo italiano che non è a rischio di spopolamento totale?


Molti ipotizzano che i politici trovino e offrano la soluzione. Si illudono. I politici sono parte del problema. Non i politici come persone, per carità. I politici come elemento di governo del territorio sono parte del problema, perché l'attuale assetto sociale di governance non ha strumenti sufficienti a esprimere e implementare progetti nel quadro di una visione condivisa del futuro. La realtà è cambiata, gli strumenti per governarla non si sono ancora adeguati. È questo il problema. Esistono modi e tecniche per far emergere una visione condivisa, per far emergere progettualità. Non sono ancora d'uso corrente.

A fronte del problema ci siamo noi, la nostra intelligenza, la nostra determinazione. E anche la bellezza travolgente della Valle del Mercure Lao. La soluzione siamo noi.

 

La capacità di trasformarsi con consapevolezza

Se cammino per Via Roma, che è la via centrale di Castelluccio Inferiore, vedo palazzi di pregio architettonico, ma in decadimento, vedo botteghe chiuse e altre male in arnese. Se da Castelluccio, o da Rotonda, o da Laino poi prendo l'auto, in 40 minuti sono in quota, fra i boschi, a oltre 1500 metri di altitudine, e godo di paesaggi spettacolari. Un paradiso.


Tutti dicono "il problema è che...", "ci vorrebbe questo... ci vorrebbe quest'altro....", "se avessimo questo....", "se ci fossero i soldi...". Se ci fossero i soldi, dico io, senza una buona idea e tanta saggezza, si farebbero ancora più danni di quanti ne sono stati già fatti.


Un'altra espressione classica è "si', ma....". Espressioni che esprimono un autosabotaggio, non un'attitudine a generare e perseguire opzioni risolutive.


Negozi che chiudono, attività produttive che si interrompono, giovani che vogliono partire e abbandonare il proprio territorio: questo è il contesto quotidiano, non solo nella Valle del Mercure Lao, ma più in generale in Basilicata e Calabria.


Eppure, c'è chi ha deciso, con grande caparbietà, di rimboccarsi le maniche e mettersi in gioco. Sono pazzi? No, non credo. Sono individui di grande valore. Meritano di essere sostenuti. Per me, devono imperativamente essere sostenuti.


A settembre sono partiti da Castelluccio 15 giovani, per andare a studiare nelle università delle grandi città. Bene, benissimo! Per compensare, serve che arrivino 20 laureandi, laureati, dottorandi o dottorati, che esprimano il loro valore su progetti entusiasmanti incentrati sulla Valle.


È possibile aumentare il valore che ciascuno dei residenti porta a se stesso e alla Valle? È possibile coniugare la bellezza, la tradizione, l'innovazione, e la tecnologia in un luogo come la Valle del Mercure Lao? È possibile attrarre nuovi residenti, che portino valore? Come? Chi è capace di farlo?


È possibile evitare la devastazione che è arrivata in altri posti del mondo e conservare la bellezza del paesaggio, la purezza dell'acqua, la bontà del cibo, la buona creanza delle relazioni personali?

 

Consapevolezza e trasformazione, competenze e formazione

Cosa serve ai giovani, in questo momento, in questo posto? Quali competenze debbono essere radicate su questo territorio? A quale equilibrio mirare fra chi si allontana dalla Valle per accrescere le proprie opportunità e la qualità della propria vita e chi invece vi arriva dall'esterno?


Una volta si imparava il mestiere da un maestro. Ora il maestro è scomparso, e anche chi è maestro ha bisogno di adeguare le proprie abilità ai tempi che cambiano.


I cambiamenti del mercato del lavoro e i rapidi cambiamenti della tecnologia, espongono i giovani al rischio di non trovare la propria via, e gli adulti stessi al rischio di una obsolescenza fisica e mentale.


Siamo immersi nell'economia della conoscenza e siamo al tempo stesso in una Valle paradisiaca, marginalmente ferita dall' industrializzazione e dalla massificazione, perche' remota, impervia, e 'mal collegata'. Tuttavia essere fisicamente mal collegati oggi costituisce una protezione, persino un vantaggio, non uno svantaggio. Se nel collegarsi meglio arrivassero più barbari, più devastatori, più vandali, più persone che consumano e inquinano e lasciano pattume, il pericolo della devastazione sarebbe visibile e ciò che scrivo sarebbe immediatamente comprensibile.

C'è bisogno di competenze e capacità; c'è bisogno di orientamento professionale e formazione permanente; c'è bisogno di conoscere e avere dei piani in una visione generale di sviluppo personale e collettivo; c'è bisogno di una visione collettiva realistica del futuro.


C'e' bisogno di formazione e trasformazione. Mercurion Hotspot si propone come uno strumento per implementare una visione di sviluppo e di trasformazione.

 

Imperativi

Le competenze, i comportamenti stessi, diventano obsoleti a causa dell'evoluzione repentina della tecnologia. Le competenze a volte esistono, ma non vengono messe a buon frutto. Tra le competenze di cui si sente piu' il bisogno, c'e' la capacità di parlare altre lingue, in primo luogo l'inglese. Poi, si sa, l'utilizzo del computer e delle tecnologie avanzate.


I lavoratori con competenze di livello inferiore, i giovani alle prime armi, e ovviamente gli occupati privi di opportunità di sviluppare le proprie competenze nel corso della carriera, sono soggetti al rischio di essere messi da parte. Anche i lavoratori altamente qualificati non sono immuni dal rischio dell'obsolescenza. Da qui alla depressione e alla demotivazione il passo è breve. Questo è un circolo vizioso.


Un numero sempre più significativo di lavoratori è impiegato oggi in settori che comportano l'uso di tecnologia avanzata, in varie forme. Per far sì che ciascuno utilizzi correttamente gli strumenti a disposizione, serve formazione. Per far sì che ciascuno trovi la propria via, serve orientamento e trasformazione.


E' un imperativo per tutti prevedere e predisporre propri piani di formazione, che permettano di rimanere al passo con i tempi. E' un atto di intelligenza predisporre piani di sviluppo personale e adattarsi al meglio alla trasformazione, che - piaccia o no - sta già avvenendo.


Dopo il Samurai Game, a maggio, finita l'estate, nelle ultime settimane sono state offerte sul territorio della Valle del Mercure Lao delle opportunità di formazione e di trasformazione. Sono state comunicate dall'infrastruttura di comunicazione di Mercurion Hotspot. Ne fornirò qualche esempio.


 

Primo esempio

Nella giornata di domenica 3 ottobre ha avuto luogo un seminario organizzato da Teresa Mazzilli.


Il protagonista della giornata di trasformazione è stato Simone Pacchiele, formatore e coach di esperienza pluriennale.


Di cosa si è trattato? Di ReSonance®️ Start, che è un modulo di crescita personale e professionale, un modulo di formazione e Trasformazione Personale e Professionale per adulti.


In questo modulo i partecipanti hanno imparato :

  • cosa davvero significa voler ottenere risultati, e in particolare la differenza che passa fra voler ottenere risultati partendo da una configurazione inibitoria o partendo da una configurazione generativa;

  • cosa vuol dire davvero avere obiettivi, e perché è faticoso o macchinoso realizzarli in determinate situazioni avverse;

  • perché si resta bloccati nei loop che di continuo si ripetono, ostacolando la propria riuscita personale e il proprio benessere.

Il modulo ReSonance®️ Start utilizza un approccio con tre punti chiave, per aiutare i partecipanti ad avere la chiarezza necessaria per prendere decisioni, la prontezza per muoversi nella direzione del proprio sviluppo personale, e le abilità per creare o mantenere un contesto che sostenga la trasformazione personale e professionale.


Cosa significa oggi proporre un seminario di sviluppo personale nella Valle del Mercure Lao? A cosa serve? A chi serve? Perché è importante prestare attenzione?


I mestieri di oggi emergono all'interno dell'economia della conoscenza. E' ovvio che si lavori con la mente, con la psiche, con lo sviluppo personale. Molti guardano indietro, a ciò che è passato, ai mestieri del passato, come nello specchietto retrovisore di un aviogetto; non si rendono conto che è come essere a bordo di un aereo supersonico, che viaggia verso il futuro, e serve guardare avanti, non (solo) nello specchietto retrovisore. Viaggiamo tutti a velocità supersonica verso il futuro. Il principale strumento di lavoro quotidiano è la nostra mente, con ciò che siamo, ciò che sappiamo, e ciò che sappiamo fare.


Molti riflettono sui Musei della Civiltà Contadina, pensano ai mestieri scomparsi, pensano alle case vuote e abbandonate, guardano con malinconia ai negozi che chiudono e non riescono ancora tuttavia a comprendere questo bisogno di formazione, sviluppo personale, e trasformazione. Sembra che non li riguardi.


Simone Pacchiele ha proposto un modulo di sviluppo personale, un percorso di coaching individuale. Lo ha proposto nella Valle del Mercure Lao. Perché oggi parliamo di coaching individuale? Proprio perché i mestieri sono legati alla conoscenza, alla capacità di mettere a fuoco i propri obiettivi, a soft skills, alla abilità di prendere decisioni con chiarezza, di leggere il contesto e avviarsi su un percorso che può essere personale, che può essere imprenditoriale, che possa migliorare il proprio comportamento organizzativo, che possa consentire un lavoro di squadra.



 

Secondo esempio

Mercurion Hotspot ha offerto e offre corsi di inglese online. A cosa servono i corsi di inglese? Servono ad allinearsi con chi abita e lavora in altri paesi, servono a comunicare, ad aprire orizzonti, a crescere, a trasformarsi, a fare un viaggio all'estero per poter poi parlare e incontrare altre persone.


Mercurion Hotspot ha offerto e offre anche corsi di italiano online. Cio' serve a persone che non parlano l'italiano ma amano l'Italia, o che hanno espresso interesse per la Valle del Mercure Lao, ma non sanno - pur potendo - come contribuire allo sviluppo del processo che è stato messo in moto. Il gradino da superare, per tali persone, e' troppo alto perche' non riescono a comunicare in italiano.


Mercurion Hotspot ha in programma di offrire, attraverso Strategists United, una serie di moduli di formazione in Project Management, Business Development, e Intercultural Communication, con incontri Business to Business.


"Si',ma....".


Sento già gli autosabotatori all'opera....


Quanto costa la formazione? Meno dell'ignoranza. I costi di formazione dei dipendenti sono deducibili dalle imposte di impresa. Inoltre esiste il Fondo Nuove Competenze, che e' un fondo pubblico cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, nato per contrastare gli effetti economici dell’epidemia Covid-19. Permette alle imprese di adeguare le competenze dei lavoratori, destinando parte dell’orario alla formazione. Le ore di stipendio del personale in formazione sono a carico del fondo, grazie ai contributi dello Stato e del Fse - Pon Spao, gestito da Anpal.


Vogliamo continuare a trovare delle scuse, a fare vittimismo, oppure vogliamo metterci in gioco? Noi siamo l'Italia, noi siamo un grande paese. Noi, assieme, la Valle del Mercure Lao la cambieremo in meglio, vero Laboratorio di Bellezza. Lo saprà presto tutto il mondo. Unisciti a noi. Porta il tuo Valore. Aumenta la Bellezza.

Nessun figlio di questa terra l'abbandonerà mai più con amarezza, ma se vorrà allontanarsene, lo farà per buone ragioni, per propria volontà e con orgoglio.




 

Per informazioni, non esitare a contattare: segreteria@mercurionhotspot.it


Se sei membro registrato su questo sito, accedi e lascia un tuo commento, che sara' pubblico e certamente molto apprezzato. Questo sito serve a questo: a interagire, progettare, crescere.



338 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

2 Comments


Nell'attuale scenario economico e sociale in costante evoluzione, in cui l’unica certezza è l’incertezza, i territori, le organizzazioni e le persone si trovano di fronte ad una situazione in cui la sola fonte sicura per sopravvivere e/o mantenere un vantaggio competitivo è rappresentata dalla gestione della Conoscenza. La Conoscenza, per definirla con le parole di Davenport e Prusak, è “una combinazione fluida di esperienza, valori, informazioni contestuali e competenza specialistica che fornisce un quadro di riferimento per la valutazione e l’assimilazione di nuova esperienza e nuove informazioni". Essa si origina nella mente dei conoscitori e nelle organizzazioni e nei territori risulta legata non solo ai documenti, ma anche alle procedure, ai processi organizzativi, alle pratiche, alle norme, ai mestieri all…


Like
Leo Giannotti
Leo Giannotti
Oct 13, 2021
Replying to

Sono d'accordo.


L'unico vantaggio competitivo sostenibile è l'abilità di imparare più in fretta degli altri.
Arie de Geus
Like
bottom of page